Benvenuti in Calabria

Home / Benvenuti in Calabria

Esperienze

Benvenuti in Calabria

Cosenza

cosenza

Cosenza: Nota come antica “città dei Bruzi”, dal nome della popolazione che la fondò nel IV secolo a.C., Cosenza sorge su sette colli, al centro della confluenza del fiume Crati e del Busento.

Cittadina storica e tra le più all’avanguardia in Calabria, Cosenza è rinomata per il suo caratteristico centro storico, nel quale vicoli stretti e tortuosi si alternano ad edifici minuti e palazzi signorili.

Riconosciuta nel 2008 città d’Arte dalla Regione Calabria, ospita, tra gli altri, un duomo, risalente alla metà dell’ XI secolo, dichiarato dall’UNESCOPatrimonio di Cultura e di Pace” e l’elegante Teatro Rendano.

Tra le città del Sud con maggiore afflusso turistico grazie alle numerose iniziative culturali di cui è protagonista, Cosenza vanta una connotazione museale e artistica fortemente marcata. Dal museo all’aperto (MAB) unico nel suo genere in Italia, a quello Multimediale, teatro di iniziative di carattere digitale e simbolo della grande modernità cittadina, fino al museo diocesano, dove si conserva la stauroteca, il reliquiario della croce risalente all’epoca di Federico II.

Nell’ottica di un progetto urbano in piena fase di sviluppo, di recente è stato inaugurato il ponte strallato più alto d’Europa, il ponte di Calatrava, destinato a collegare due parti della città divise dal fiume Crati.

La sua forma ricorda un’arpa gigante, simbolo di armonia e del carattere interazionale della città, come testimonia la sperimentazione dello stesso complesso architettonico in realtà come Siviglia e California.

Natura e montagna

Parco Nazionale della Sila

parco nazionale della sila

Riserva della Biosfera UNESCO“, il Parco Nazionale della Sila rappresenta una delle principali mete turistiche per tutti gli amanti della montagna.

A pochi km da Cosenza, si estende su una superficie molto estesa e rappresenta un punto di congiunzione nevralgico tra le tre principali province calabresi, Catanzaro, Crotone e Cosenza.

Particolarmente apprezzato per il clima e la vasta area boschiva costituita da faggete e pinete, dal punto di vista archeologico conserva diversi elementi appartenenti al periodo preistorico e un’ampia selezione di specie animali protette, come il lupo della Sila.

Parco Nazionale del Pollino

parco nazionale del pollino

Il Parco Nazionale del Pollino è il parco naturale più grande d’Italia, istituito nel 1988. A caratterizzarlo la speciale presenza di una specie rarissima di albero, quale il pino loricato, nonché la vicinanza a borghi rinomati e di interesse storico culturale notevole, come Morano Calabro, Mormanno, Civita ecc). Oltre alle ricche specie di piante officinali e aromatiche e alle varie famiglie di frutti di bosco, il Parco Nazionale del Pollino si distingue, in Italia, per la presenza di specie animali ormai estinte in altre zone, come l’aquila reale, il picchio nero, il nibbio e il gufo reali.

Un luogo ideale per gli amanti dell’ avventura e del divertimento, dove è possibile praticare trekking, escursionismo, alpinismo, torrentismo, rafting, sci di fondo, speleologia e mountain bike e, al cui interno, si nasconde, la riserva naturale  “Gole del Raganello”, un’area protetta, attraversata da un torrente percorribile a piedi o in canoa, che consente di raggiungere la suggestiva Civita, conosciuta per il Ponte del Diavolo.

I Borghi

Altomonte

Altomonte

Tra i borghi più belli d’Italia, in provincia di Cosenza, è possibile visitare Altomonte, suggestivo paesino di carattere storico, sorto su un promontorio panoramico a 500 mt sul livello del mare, nel quale si ritrovano tracce evidenti del periodo angioino, come la Chiesa di S. Maria della Consolazione e l’adiacente convento in cui trovò rifugio Tommaso Campanella prima di essere arrestato. Degno di nota anche il Castello dei Conti.

Fiumefreddo Bruzio

Luogo turistico di grande pregio, rappresenta una delle meraviglie storiche paesaggistiche e culturali della provincia cosentina. Fiumefreddo Bruzio, borgo medievale di rara bellezza e fascino, ha come simbolo architettonico per eccellenza:il Castello, detto “Palazzo della Valle, le cui mura furono semidistrutte nel 1800 e quel che resta, ristrutturato attraversi i murales di Salvatore Fiume, pittore di fama mondiale. Fu lui a rivitalizzare il centro storico del paese, gratuitamente, dopo essersene perdutamente innamorato. Oltre alle piazzette panoramiche, Fiumefreddo Bruzio, si distingue oggi per la Chiesa Madre, con due portali sei-settecenteschi e diverse tele all’interno, la Chiesa di S. Francesco di Paola, i palazzi feudali del XVI-XVII secolo e la Chiesa del Carmine.

Aieta

Paesaggi montani e sentieri ricchi di verde caratterizzano Aieta, uno dei borghi più affascinanti della Calabria che, dall’alto, contempla il mare del Golfo di Policastro. Parte integrante del Parco Nazionale del Pollino, Aieta conserva numerose tracce del suo nobile passato. Dal Palazzo Rinascimentale del XVI secolo a quello medievale appartenuto alla famiglia dei Loyra, dalla Chiesa Madre di S. Maria della Visitazione sulla piazza principale con gli splendidi affreschi, ai resti del Convento di S. Francesco d’Assisi alle porte del paese, la stretta e profonda “Valle dei Mulini” sul torrente Tronaturo fino agli artistici portali in pietra dei Palazzi Signorili che sorprendono il visitatore trasportandolo in un crocevia di vicoli antichi, ricchi di suggestione e bellezza.

Morano Calabro

Morano Calabro

Parte del circuito “I borghi più belli d’Italia”, Morano Calabro è un paesino di epoca rinascimentale, sospeso tra cielo e monti, ristrutturato e ampliato nella prima metà del ‘500. Dal 2003 nella lista delle destinazioni europee del progetto “Eden” della commissione europea, oltre al celebre Castello, sono da annoverare

il Museo dell’agricoltura e della pastorizia, che ha sede a palazzo Salmena ed espone antichi oggetti agricoli con riferimento ai vari passaggi della storia contadina e il Museo e centro studi naturalistici “Il Nibbio”, con interessanti reperti rappresentativi della flora e della fauna del Parco del Pollino. Tra le attrazioni naturalistiche, le Grotte di San Paolo, a pochi chilometri dal centro abitato, punto di attrazione per gli speleologi.

Attività Sportive

rafting fiume lao

Ricca d’arte e di bellezze naturali, la Calabria, grazie alla sua conformazione territoriale, è una delle regioni più versatili, capaci di soddisfare qualunque esigenza di carattere culturale ma anche sportivo e avventuriero. Al centro tra mare e montagna, è il golfo di Sant’Eufemia, dove il vento soffia spesso e con forza, ad intensità costante, la meta ideale per tutti gli appassionati del surf e del kitesurf.

Per chi è alla ricerca di avventura e di sport e divertimento, è, invece, lo scenario montano calabrese ad offrire una moltitudine di opportunità.

Dal rafting sul fiume Lao e il canyoining nelle gole del Raganello, al giro in barca a vela o canoa presso il lago Arvo e Ampollino, fino allo sci di fondo, praticabile nella meravigliosa Sila, perfetta per le vacanze sia invernali che estive, che annovera  località come Camigliatello e Lorica, mete turistiche per eccellenza tutte da scoprire tra escursioni a cavallo, tiro con l’arco, bird watching e trekking sui percorsi CAI.

itinerario tirrenico

Paola

santuarrio san francesco da paola

Tra le mete più importanti del turismo religioso in Calabria, per la presenza del Santuario di San Francesco di Paola, santo protettore della Calabria, la città vanta una storia antica e numerosi monumenti artistici. Luogo di culto e di grande suggestione, il Santuario di San Francesco domina la città rendendo Paola tappa di numerosi pellegrinaggi da tutto il Sud Italia e custodisce parte delle spoglie del Santo. Altri luoghi da visitare, la Badia, la Chiesa di Sotterra, le rovine romane, Palazzo Scorza e la monumentale Fontana dei Sette Canali, in pieno centro storico.

Isola di Dino

isola di dino

Perla del tirreno, di grande fascino e suggestione, a largo della costa di Praia a Mare, impera l’isola di Dino, la maggiore delle isole calabresi. La magia della quiete e della natura incontaminata, la bellezza mistica delle grotte e delle insenature come quella delle Sardine e l’amata dagli speleo- sub più esperti Grotta Azzurra fanno dell’ Isola un vero e proprio angolo di paradiso a portata di mano.

Diamante

diamante

Tra le bellezze naturali più apprezzate a livello internazionale, Diamante è un piccolo gioiello della costa tirrenica, incastonato nella provincia di Cosenza, tra spiagge dalle variegate combinazioni di sabbia e colore, mare cristallino e limpidi fondali. Famosa per i suoi celeberrimi murales e per il festival del Peperoncino che ogni anno accoglie flotte di turisti da tutto il mondo, a cui si lega il Peperoncino Jazz Festival, che vanta la partecipazione di alcuni tra i nomi più importanti del panorama jazzistico nazionale e internazionale, è un vero e proprio paradiso ambientale. Ricco di reperti archeologici, ad impreziosire questa perla del Tirreno è l’antico Teatro dei Ruderi nonché la torre di avvistamento saracena posta sulla sommità collinare.

itinerario Ionico

Costa degli Achei (Sibari, Roseto)

scavi di sibari

Fondali poco profondi, scogliere granitiche e bellezze storiche descrivono la rinomata costa degli Achei, tra le più belle zone di mare della Calabria.

Ricca di località balneari amate dai turisti, tra le più significative Roseto Capo Spulico, con il suo castello sul mare, le viuzze del centro storico medievale, le case arroccate e gli scorci panoramici e Sibari, spiaggia fine e dorata, a pochi passi dalla riserva naturalistica, patria degli scavi archeologici. Da segnalare, per gli amanti dell’avventura, il parco “Sibari Avventura”, adatto a grandi e piccini.

Rossano – Costa degli Achei

codice-purpureo-cattedrale di rossano calabro

Rossano: Patria della liquirizia Amarelli, Rossano è un’antica città bizantina, situata tra le bellezze naturali della Sila e l’incontaminato Mar Jonio. Oltre a custodire, all’interno del museo diocesano, il “Codex Rossanensis”, uno dei vangeli più antichi al mondo,  riconosciuto patrimonio Unesco, Rossano vanta uno splendido centro storico, monumenti e chiese apprezzate a livello internazionale. Tra le più meritevoli la Cattedrale di Maria Santissima Achiropita e l’abbazia di Santa Maria del Patire, che immersa nel verde delle colline, conserva pavimenti a mosaici arabeggianti, l’abside in stile normanno e un antico portale ligneo.

4passi più in là

Tropea

tropea

Incanto della costa tirrenica calabrese, riconosciuta tra le spiagge più belle d’Europa, Tropea rappresenta una delle mete più ambite e ricercate dai turisti.

Divisa in due parti, il centro abitato, a picco sul mare, è uno scrigno di negozietti, viuzze e gelaterie. Dalla splendida terrazza panoramica si respira a pieni polmoni il mare cristallino, su cui si staglia la chiesetta di Santa Maria dell’Isola, di grande fascino e suggestione.

Da visitare: il Monastero dei Francescani, la Cattedrale Normanna del 1100 e tutto il centro storico, con i palazzi nobiliari del ‘700 e dell”800 e i loro portali nobiliari.

Pizzo

Borgo costiero arroccato su un promontorio al centro del Golfo di Sant’Eufemia, si caratterizza per la spiaggia della Seggiola su cui domina il Castello Aragonese, eretto nella seconda metà del XV secolo da Ferdinando I d’Aragona.  Definita “Città del Gelato“, la località è rinomata per la produzione del tipico “Tartufo di Pizzo“, l’imitatissimo prodotto DOC della pasticceria calabrese.

Le Castella

le castella

Rinomata località turistica, trae il suo nome dall’edificio che sovrasta l’isolotto, dominando il piccolo centro urbano. Patrimonio naturalistico e storico di valore, le sue spiagge sono tra le più amate al mondo. Sabbia chiara e tratti di scogliera in pietra si alternano dando luce a calette raggiungibili solo con delle imbarcazioni, mentre per gli amanti del seawatching e della subacquea, le scogliere offrono fondali ricchi di flora e fauna dai colori unici.

Booking online by Hotel.BB